A2A

Share
Condividi

A2A

 

Per il primo anno, Etica Sgr ha partecipato e votato all’assemblea di A2A tenutasi a Brescia l’11 giugno 2015. Etica Sgr è intervenuta in assemblea per votare e sollecitare l’attenzione del management su alcuni aspetti legati alla sostenibilità d’impresa. Etica Sgr ha votato a favore a tutti i punti all’ordine del giorno, ad eccezione della destinazione dell’utile di esercizio, per cui ha votato contro e alla relazione sulla remunerazione, a cui si è astenuta. Per quanto riguarda la distribuzione del dividendo, Etica Sgr ha evidenziato l’importanza del mantenimento in azienda di una parte degli utili al fine di una sostenibilità di lungo periodo, in particolare a fronte degli obiettivi sfidanti presenti nel Piano Strategico aziendale. Relativamente alla relazione sulla remunerazione, invece, Etica Sgr ha sottolineato, a supporto della propria astensione, la mancanza di obiettivi di performance sottostanti l’erogazione delle componenti variabili di breve termine, così come la mancanza di indicazioni precise in termini di soglie minime e valori target prefissati. Infine, in vista di una possibile introduzione di un Piano di incentivazione collegato a risultati di medio-lungo periodo, Etica Sgr ha ricordato l’importanza di definire dei criteri e delle regole che siano in linea con le best practice internazionali ed obiettivi di permarmance chiari e dettagliati.
Nel suo intervento in Assemblea, Etica Sgr, pur conoscendo la prassi societaria di presentare il Bilancio di Sostenibilità in assemblea, ha richiesto la possibilità di pubblicarlo in una data antecedente a quella assembleare, al fine di poter effettuare un’analisi maggiormente dettagliata di tutti gli aspetti del comportamento dei A2A.
Al fine di poter acquisire un vantaggio competitivo nella rendicontazione riguardante la gestione del rischio legato all’utilizzo dell’acqua, visto anche l’importanza nell’attività d’impresa, Etica Sgr ha invitato la Società a considerare la compilazione del questionario relativo proprio alla risorsa idrica promosso dal Carbon Disclosure Project.
Infine, relativamente all’impegno della Società nella selezione e monitoraggio della propria catena di fornitura, Etica Sgr ha richiesto l’adozione di un percorso di certificazione in materia di rispetto dei diritti umani che possa rappresentare la naturale conseguenza di una specifica politica sull’argomento comprensiva di obiettivi quantitativi e indirizzata a tutti gli stabilimenti del Gruppo.

I punti all’ordine del giorno (OdG) e il voto di Etica Sgr:

Punti OdG A favore Contro Astensione Rif. Linee Guida Etica Sgr
1)    Nomina di due Consiglieri di Amministrazione ai sensi dell’art. 18 dello Statuto Sociale. X 1.1 – 1.2 – 1.3
2)    Bilancio al 31 dicembre 2014 1.7
2.1    Approvazione bilancio di esercizio al 31 dicembre 2014; relazioni del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale e della Società di revisione. Presentazione del bilancio consolidato al 31 dicembre 2014. X 1.7.1
2.2    Destinazione dell’utile di esercizio e distribuzione del dividendo. X 1.5
3)    Relazione sulla Remunerazione: deliberazione ai sensi dell’art. 123-ter, comma 6, del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, come successivamente modificato e integrato. X 1.1 – 1.2 – 1.3
4)    Autorizzazione all’acquisto e disposizione di azioni proprie, previa revoca della precedente autorizzazione deliberata dall’Assemblea del 13 giugno 2014. X 1.5
5)    Conferimento dell’incarico di revisione legale dei conti per gli esercizi dal 2016 al 2024. X 1.8
6)    Consultazione adeguamento del regolamento assembleare al sistema di amministrazione e controllo “tradizionale”. X 1.6 – 1.61
This entry was posted in Azionariato attivo 2015, Società italiane and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.