A2A

Share
Condividi

A2A

 

Per il secondo anno, Etica Sgr ha partecipato e votato all’assemblea di A2A tenutasi a Brescia il 7 giugno 2016.

Nel suo intervento, Etica Sgr si è complimentata con la Società per i progressi fatti rispetto allo scorso anno e il mantenimento dell’impegno assunto con Etica Sgr: il Bilancio di Sostenibilità è stato pubblicato tempestivamente prima dell’Assemblea ed è stato messo quale punto di approvazione per l’Assemblea.

In relazione alle novità introdotte nella versione del Luglio 2015 del Codice di Autodisciplina di Borsa Italiana, Etica ha chiesto conferma del fatto che il Comitato territorio e sostenibilità possa assumere la responsabilità per la supervisione delle tematiche di sostenibilità di lungo periodo e dei rapporti con gli stakeholder.

Inoltre, in merito al processo in corso in Montenegro in capo ad alcuni ex dirigenti della società EPCG, Etica ha chiesto ad A2A una valutazione sui possibili rischi in relazione a tale procedimento e sulle azioni che intende porre in essere a riguardo.

Al fine di poter acquisire un vantaggio competitivo nella gestione dell’impatto ambientale, visto anche l’importanza nell’attività d’impresa, Etica Sgr ha invitato la Società a considerare la sostituzione di veicoli Euro 0, Euro 1 e Euro 2, con veicoli Euro 5 o superiore e a sviluppare un piano per ridurre l’utilizzo di carbone della BU Generazione e Trading. Sempre in relazione alla filiera logistica del carbone, in particolare per la Centrale di Monfalcone, soggetta ad un intenso dibattito pubblico circa l’impatto su salute e ambiente della produzione sulla popolazione locale, Etica ha chiesto se siano presenti piani di riconversione e, se sì, i tempi necessari per la realizzazione.

Relativamente all’impegno della Società nella selezione e monitoraggio della propria catena di fornitura, Etica Sgr ha richiesto l’inserimento di indicatori sul rispetto dei diritti umani.

Per quanto concerne il voto, Etica Sgr ha espresso voto favorevole per tutti i punti all’ordine del giorno dell’assemblea ordinaria e straordinaria, ad eccezione del voto contrario circa la destinazione dell’utile di esercizio e l’adeguamento del compenso dei membri del Collegio Sindacale, e dell’astensione relativa alla Relazione sulla Remunerazione.

Per quanto riguarda la distribuzione del dividendo, Etica Sgr ha evidenziato l’importanza del mantenimento in azienda di una parte degli utili al fine di una sostenibilità di lungo periodo, in particolare a fronte di un risultato netto negativo della Capogruppo e di obiettivi strategici che prevedono un aumento degli investimenti ed un ulteriore riduzione dell’indebitamento.

Relativamente alla relazione sulla remunerazione, Etica Sgr, a supporto della propria astensione, ha sottolineato la mancanza di un indicatore ESG tra i target per l’erogazione dell’MBO e di una clausola di claw back. Inoltre, Etica Sgr ha richiesto maggiori informazioni riguardo il parametro “valutazione qualitativa dell’operato dell’Amministratore Delegato” nella determinazione del MBO e ha suggerito l’introduzione di un limite di 24 mensilità al compenso elargibile in caso di cessazione dalla carica o risoluzione del rapporto di lavoro. Infine, in vista di una possibile introduzione di un Piano di incentivazione collegato a risultati di medio-lungo periodo, Etica Sgr ha ricordato l’importanza di definire dei criteri e delle regole che siano in linea con le best practice internazionali.

I punti all’ordine del giorno (OdG) e il voto di Etica Sgr:

Punti OdG A favore Contro Astensione Rif. Linee Guida Etica Sgr
Parte ordinaria
1)    Approvazione bilancio di esercizio al 31 dicembre 2015; Relazioni del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale e della Società di revisione. Presentazione del bilancio consolidato al 31 dicembre 2015. X  1.7
2)    Proposta di copertura della perdita dell’esercizio al 31 dicembre 2015 mediante prelievo di pari importo delle riserve disponibili in sospensione di imposta “moderata”. X  –
3)    Approvazione Bilancio di Sostenibilità 2015. X
Parte straordinaria
1)    Proposta di riduzione delle riserve in sospensione di imposta “moderata”; deliberazioni inerenti e conseguenti. X
2)    Approvazione della fusione per incorporazione delle società “A2A Trading S.r.l.” e “Edipower S.p.A.” nella società “A2A S.p.A.”; deliberazioni inerenti e conseguenti. X
Parte ordinaria
1)    Proposta di distribuzione del dividendo a valere sulle riserve disponibili. X  1.7.1
2)    Relazione sulla Remunerazione: deliberazione ai sensi dell’art. 123-ter, comma 6, del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, come successivamente modificato e integrato. X  1.1-1.2-1.3
3)    Proposta di adeguamento del compenso del Collegio Sindacale; deliberazioni inerenti e conseguenti. X  –
4)     Autorizzazione all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie, previa revoca, per quanto non utilizzato, della precedente autorizzazione deliberata dall’Assemblea dell’11 giugno 2015. X  1.5
This entry was posted in Azionariato attivo 2016, Società italiane and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.