Brembo

Share
Condividi

Brembo

 

Per la terza volta consecutiva, il 21 aprile 2016, Etica Sgr ha votato all’assemblea generale degli azionisti di Brembo, società italiana che produce impianti frenanti ad alte prestazioni per auto e moto.

Etica Sgr ha espresso voto favorevole a tutti i punti all’ordine del giorno, ad eccezione della proposta del Consiglio di approvare la Relazione sulla Remunerazione, per la quale si è astenuta. Nel suo intervento in assemblea, infatti, pur apprezzando l’introduzione di clausole di claw back nel nuovo Piano di incentivazione 2016-2018, Etica Sgr ha sottolineato la mancanza degli aspetti migliorativi auspicati lo scorso anno, quali, ad esempio, gli indicatori sociali e ambientali nella determinazione dei compensi variabili del Vice Presidente Esecutivo e dell’Amministratore Delegato. Etica Sgr ha fatto presente anche la mancanza di altre indicatori rilevanti quali: i valori target dei parametri cui legare le componenti variabili e il rapporto esistente tra il salario del CEO ed il salario medio dei dipendenti.

Per quanto riguarda l’approvazione del bilancio sia della capogruppo, sia a livello consolidato, nonché dei risultati dell’esercizio, Etica Sgr non ha rilevato criticità ed ha espresso voto favorevole.

In merito alla distribuzione dell’utile d’esercizio, Etica Sgr ha espresso voto favorevole, in quanto il pay-out ratio (pari a 50,36%) dimostra un buon equilibrio tra obiettivi di crescita interna e remunerazione degli azionisti, anche in accordo con le Linee Guida sull’Azionariato Attivo.

Anche per il punto sull’autorizzazione all’acquisto di azioni proprie, Etica Sgr ha deciso di votare a favore, tenuto conto che le informazioni in suo possesso erano esaustive per valutare positivamente il buy-back.

Nel suo discorso in Assemblea, Etica Sgr si è complimentata per gli ottimi risultati raggiunti nel 2015, affermando di considerare positivamente il piano di espansione internazionale del Gruppo, nel rispetto del marchio “Made in Italy” che si traduce nella salvaguardia degli stabilimenti italiani e dei suoi dipendenti.

È stato ricordato il forte interesse nel vedere pubblicato il primo Bilancio di Sostenibilità della Società che sarà disponibile nel 2017, in linea con la Direttiva Europea 95/2014 sulla rendicontazione delle informazioni non-finanziarie.

Etica Sgr ha valutato positivamente l’adesione e i risultati di Brembo nell’ambito dell’iniziativa del CDP per la rendicontazione della Carbon Footprint e Water Footprint, a dimostrazione della grande attenzione che la Società rivolge al tema della tematica “Climate Change” e nella gestione efficiente delle risorse ambientali. Contestualmente, Etica ha auspicato un grado di disclosure migliore e più dettagliato che possa coprire tutti gli stabilimenti di Brembo e la catena di fornitura, così come la rendicontazione della percentuale di energia da fonti rinnovabili.

Infine, sul tema dei Diritti Umani, Etica Sgr ha sottolineato l’importanza di dotarsi di una specifica Politica estesa a tutte le società del Gruppo che sia in accordo con le Linee guida OCSE ed i Principi ONU che regolano la relazione tra business e rispetto dei diritti umani. Nella consapevolezza che sia un tema particolarmente complesso, Etica Sgr ha sottolineato che sempre più investitori, siano essi etici o non, rivolgono grande attenzione nella gestione delle tematiche legate ai diritti umani, quale elemento di valutazione dei rischi di una azienda e variabile determinante per le scelte di investimento.

I punti all’ordine del giorno (OdG) e il voto di Etica Sgr:

Punti OdG A favore Contro Astensione Rif. Linee Guida Etica Sgr
Parte ordinaria
1)    Presentazione del Bilancio d’esercizio di Brembo S.p.A. chiuso al 31 dicembre 2015, corredato della Relazione degli Amministratori sulla gestione, della Relazione del Collegio Sindacale, della Relazione della Società di Revisione e dell’Attestazione del Dirigente Preposto. Deliberazioni inerenti e conseguenti. X  1.7
2)    Proposta di destinazione dell’utile di esercizio. Deliberazioni inerenti e conseguenti. X  1.7
3)    Presentazione del Bilancio Consolidato del Gruppo Brembo al 31 dicembre 2015, corredato della Relazione degli Amministratori sulla gestione, della Relazione del Collegio Sindacale, della Relazione della Società di Revisione e dell’Attestazione del Dirigente Preposto.
4)    Autorizzazione all’acquisto e disposizione di azioni proprie; deliberazioni inerenti e conseguenti. X  1.5
5)    Esame della Relazione sulla Remunerazione di Brembo S.p.A. Deliberazioni ai sensi dell’art. 123-ter del TUF. X  1.6
Parte straordinaria
1)    Proposta di modifica dello Statuto sociale, con riferimento agli articoli 4 (Oggetto sociale), 5 (Capitale sociale), 10 (Convocazione), 10-bis (Integrazione dell’ordine del giorno), 11 (Intervento e rappresentanza in assemblea), 13 (Costituzione e deliberazioni dell’Assemblea), 15 (Composizione del Consiglio di Amministrazione), 15-bis (Nomina dei membri del Consiglio di Amministrazione), 18 (Riunioni del Consiglio), 22 (Composizione e nomina del Collegio Sindacale) e con inserimento di nuovo articolo 10-ter (Diritto di porre domande prima dell’Assemblea). Deliberazioni inerenti e conseguenti. X  –

 

This entry was posted in Azionariato attivo 2016, Società italiane and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.