Campbell Soup

Share
Condividi

Campbell Soup

 

Per il terzo anno consecutivo, il 16 novembre 2016, Etica Sgr ha votato all’assemblea annuale degli azionisti di Campbell Soup, società americana attiva nel settore alimentare, sollecitando l’attenzione del management su alcuni aspetti legati alla sostenibilità d’impresa.

Come primo punto all’ordine del giorno, era prevista l’elezione del Consiglio di Amministrazione, ovvero la conferma dell’incarico per 11 consiglieri e l’elezione di un nuovo membro del CdA, Mr. Keith McLoughlin. Etica Sgr si è astenuta nella riconferma dell’incarico all’amministratore Mr. Charles Perrin tenuto conto della durata complessiva del suo mandato, pari a 17 anni, e delle Corporate Governance Guide del NYSE secondo la quale una durata temporale dell’incarico superiore ai 15 anni può inficiare la reale e fattiva indipendenza dell’operato degli amministratori. Per quanto riguarda i restanti candidati, non sono state rilevate criticità particolari e dunque è stato espresso voto favorevole.

Relativamente alla ratifica della Società di revisione, Etica Sgr ha votato contro in quanto considera l’arco temporale dell’incarico di Pricewaterhouse Coopers LLP (62 anni) troppo lungo e con un elevato rischio di compromettere il corretto espletamento della attività della Società stessa e dei relativi servizi di revisione.

È stato espresso un voto contrario anche per l’ultimo punto all’ordine del giorno relativo alla ratifica della remunerazione per il CEO e degli altri dirigenti con responsabilità strategiche comprensivo del piano di incentivazione di lungo periodo.

Etica Sgr ha valutato i seguenti elementi che hanno concorso al voto contrario per la Politica per la remunerazione: la mancanza di trasparenza nella definizione dei valori relativi alle soglie per l’ottenimento della componente variabile di breve periodo (Annual Incentive Plan – AIP) e della componente di lungo periodo (Long Term Incentive Plan – LTI); la mancanza di trasparenza nell’indicazione dei valori minimi e massimi relativi ai principali indicatori societari considerati; la carenza di indicatori quantitativi e confrontabili per alcuni indicatori soprattutto quelli classificati come “sustainability targets” i quali vengono esplicitati in maniera qualitativa; la mancanza di disclosure sul ratio tra la remunerazione annua del CEO e la mediana della remunerazione di tutti i dipendenti. Da sottolineare inoltre la mancanza di una clausola di clawback e la possibilità da parte del Comitato per le remunerazioni di esercitare una discrezionalità rilevante nella definizione dei compensi.

 

I punti all’ordine del giorno (OdG) e il voto di Etica Sgr:

Punti OdG A favore Contro Astensione Rif. Linee Guida Etica Sgr
 1 – Elezione del Consiglio di Amministrazione      
1.1.    Mr. Bennett Dorrance X 1.1-1.2-1.3-1.4
1.2.    Mr. Randall W. Larrimore X 1.1-1.2-1.3-1.4
1.3.    Mr Marc B.  Lautenbach X 1.1-1.2-1.3-1.4
1.4.    Mrs. M. Alice  Dorrance Malone X 1.1-1.2-1.3-1.4
1.5.    Mrs. Sara Mathew X 1.1-1.2-1.3-1.4
1.6.    Mr. Keith R. Mc. Loughlin X 1.1-1.2-1.3-1.4
1.7.    Mrs. Denise Morrison X 1.1-1.2-1.3-1.4
1.8.    Mr. Charles Perrin X 1.1-1.2-1.3-1.4
1.9.    Mr. Nick  Shreiber X 1.1-1.2-1.3-1.4
1.10.    Mrs. Tracey Travis X 1.1-1.2-1.3-1.4
1.11.    Mr. Archbold D.Van Beuren X 1.1-1.2-1.3-1.4
1.12.    Mr. Les C. Vinney X 1.1-1.2-1.3-1.4
2 – Ratifica di PWC come Società di Revisione      X 1.8
3 – Compenso dei dirigenti con responsabilità strategica  X 1.6
This entry was posted in Azionariato attivo 2016, Società straniere and tagged , , , . Bookmark the permalink.