Investire nel tabacco: tutti i motivi per cui non conviene

Share
Condividi

Investire nel tabacco: tutti i motivi per cui non conviene

 

Investire nel tabacco. Ad una prima analisi sembrerebbe rendere: l’indice S&P 500 Tabacco ha superato l’S&P di più del 1.000% negli ultimi 28 anni. Perfromance significative per gli investitori.

Costi sociali

Alcuni investitori, però, potrebbero essere preoccupati per le malattie causate dal fumo. Si calcola che il tabacco possa costare la vita a un 1 miliardo di persone nel mondo in questo secolo. A parte l’inestimabile costo in termini di vite umane, ci sono implicazioni anche di crescita economica. Da non dimenticare che il settore presenta notevoli impatti in questioni ambientali e sociali, come ad esempio lo sfruttamento del lavoro minorile.

La US Food and Drug Administration stima che l’industria crei costi sociali almeno cinque volte superiori ai benefici economici. Compresi i rendimenti degli investimenti, le imposte pagate, i salari del personale e le donazioni.

Costi sociali elevatissimi, quindi, che rimandiamo a questa analisi: Tobacco’s investment returns and societal costs.

tabacco-andamanto-borsa

Etica Sgr ha le idee chiare sull’argomento: il tabacco, e molti altri settori controversi, sono completamente esclusi dai nostri fondi di investimento.

In questo articolo preferiamo concentrarci sul tema dal punto di vista del rischio dell’investimento.

Investire nel tabacco: implicazioni di responsabilità

Sono sempre più numerosi in tutto il mondo gli investitori responsabili che decidono di uscire dall’investimento in azioni e obbligazioni di aziende appartenenti al settore del tabacco. Si tratta di un movimento ancora piccolo rispetto alla capitalizzazione del mercato, ma destinato a crescere.

Un esempio concreto è CalPERS, un’agenzia che gestisce i benefici pensionistici e sanitari per più di 1,6 milioni di dipendenti pubblici della California, pensionati e loro famiglie. L’agenzia ha deciso di ampliare la propria politica di disinvestimento dal tabacco, nonostante i consulenti finanziari continuino a considerare il settore profittevole.

Inoltre le elevate esternalità negative dell’industria suggeriscono che gli investitori che non possono o non vogliono uscire dal settore potrebbero tentare un’iniziativa pluriennale di impegno, incoraggiando le società quotate a migliorare le prestazioni sulle questioni ESG, allo scopo di ridurre il più possibile gli impatti negativi del tabacco.

Investire nel tabacco: implicazioni normative

La Convenzione del tabacco dell’OMS si propone di bandire il fumo o almeno di ridurne il consumo in modo importante. Molti paesi si stanno attrezzando.

La domanda che un investitore dovrebbe porsi è: si stanno valutando adeguatamente i rischi finanziari legati al settore? Gli investitori con un orizzonte d’investimento globale di lungo termine potrebbero essere colpiti dall’accelerazione della regolamentazione governativa in corso in tutto il mondo per frenare l’uso del tabacco e subire le performance finanziarie conseguenti.

Come investire quindi?

Gli investimenti responsabili sono vantaggiosi per due ordini di ragioni.

  1. Rispettano l’ambiente e i diritti umani, puntano sull’economia reale e premiano imprese e Stati che adottano pratiche virtuose.
  2. Offrono opportunità di rendimento in un’ottica di medio-lungo periodo.

Maggiori approfondimenti, si trovano nella sezione Investimenti responsabili.


This entry was posted in News ed eventi and tagged , , , . Bookmark the permalink.