Pendolaria: in Italia la voglia di treno c’è

Share
Condividi

Pendolaria: in Italia la voglia di treno c’è

 

Sono oltre 5 milioni i pendolari che ogni giorno si spostano in treno e metro per raggiungere i posti di lavoro e di studio, ma come se la passano?

Ce lo dice Legambiente che ha da poco presentato Pendolaria, lo studio annuale sulla situazione e sugli scenari del trasporto ferroviario pendolare in Italia.

Pendolaria: cos’è?

È il Rapporto annuale di Legambiente che, dal 2008, presenta una fotografia della situazione del trasporto ferroviario in Italia. Si tratta di uno studio che ci aiuta a individuare le scelte che riguardano il futuro e a capire la direzione in cui stanno andando politiche e investimenti.

Il trasporto ferroviario in Italia: alcuni numeri

Lo studio racconta di due facce diverse della stessa medaglia. Se da un lato troviamo treni ad alta velocità sempre più efficienti e competitivi, dall’altro troviamo treni sempre più vecchi e lenti.

Sono 2milioni e 841mila sono i passeggeri che ogni giorno usufruiscono del servizio ferroviario regionale. Sono invece 2milioni e 672mila coloro che ogni giorno prendono le metropolitane, presenti in 7 città italiane (Milano, Roma, Napoli, Torino, Genova, Brescia e Catania). Seppur di poco, questi numeri sono cresciuti nel corso del 2017: +0,4% rispetto al 2016 per il servizio ferroviario regionale, +0,6% rispetto al 2016 per quello metropolitano.

L’alta velocità: una storia di successo

Le tendenze sono appunto diverse. Se da un lato i treni regionali dal 2010 ad oggi hanno registrato un aumento del 6% dei passeggeri e gli Intercity una riduzione del 40%, dall’altro le Frecce di Trenitalia hanno messo a segno un + 20%. Anche Italo è in forte crescita. Cresce inoltre di anno in anno il numero di persone che ogni giorno utilizza l’alta velocità.

Questo testimonia che la voglia di treno in Italia c’è.

Cosa c’è alla base di questo successo? La vasta offerta di servizio con 314 treni in circolazione ogni giorno, a dispetto dei 108 nel 2010, e un’offerta sempre più articolata e di qualità.

Viaggio in treno a differenti velocità

Se da un lato l’alta velocità continua a registrare successi, dall’altra ci sono storie di crollo dei passeggeri per il degrado del servizio.

La fotografia scattata da Pendolaria è quella di un paese che viaggia sempre di più in treno, ma a velocità differenti, con problematiche che cambiano da regione a regione o addirittura da città a città. Se da un lato è aumentata l’offerta di servizio su alcune direttrici, su altre si è ridotto il numero di treni con conseguente riduzione del numero di persone che lo prende ogni giorno.

L’obiettivo di Pendolaria

Ecco il commento di Legambiente ai risultati dello studio:

La sfida fondamentale è quella di far aumentare le persone che si spostano in treno nelle città e al Sud, anche per contrastare lo smog, avere città più vivibili e sostenibili e far risparmiare le famiglie italiane. La prossima legislatura deve segnare un cambiamento: basta risorse alle autostrade, la priorità è aumentare il numero di treni in circolazione e le metropolitane nelle città.

L’obiettivo di Etica Sgr

Anche noi di Etica Sgr siamo particolarmente interessati al taglio delle emissioni di CO2, tanto da essere l’unica Società di Gestione a misurare l’impatto di carbonio per il nostro fondo Etica Azionario. Etica Sgr sta giocando il suo ruolo da protagonista in questo percorso, scopri di più.


This entry was posted in News ed eventi and tagged , , , , . Bookmark the permalink.