FAQ

Share
Condividi

FAQ

DOVE INVESTIRE

Dove posso acquistare i vostri fondi?
Etica Sgr distribuisce i propri fondi attraverso una serie di collocatori convenzionati. Attualmente sono autorizzati alla distribuzione oltre 200 collocatori tra banche, reti di promotori e collocatori online, che insieme coprono tutto il territorio italiano. Trova il collocatore più vicino a te nella sezione Come sottoscrivere. L’elenco completo dei distributori autorizzati è disponibile sul Prospetto consultabile nella sezione Documentazione.
Gli investitori istituzionali possono invece contattarci all’indirizzo: commerciale@eticasgr.it.

Posso acquistare le quote dei fondi direttamente in Etica Sgr?
Attualmente Etica Sgr è autorizzata al collocamento diretto per i soli clienti istituzionali e professionali (banche, fondazioni, assicurazioni, altre sgr). Il cliente privato può invece rivolgersi ad uno degli oltre 200 collocatori autorizzati. L’elenco completo dei distributori autorizzati è disponibile sul Prospetto consultabile nella sezione Documentazione.
Gli investitori istituzionali possono invece contattarci all’indirizzo: commerciale@eticasgr.it.

Posso sottoscrivere i fondi online?
Etica Sgr non distribuisce i fondi direttamente dal proprio sito. Esistono comunque diversi collocatori online autorizzati alla distribuzione dei nostri prodotti, come per esempio WeBank, Online Sim, Banca Popolare di Milano e Banca Popolare di Sondrio. L’elenco completo dei distributori autorizzati è disponibile sul Prospetto consultabile nella sezione Documentazione.

Esistono collocatori autorizzati al collocamento all’estero?
Per i clienti privati la sottoscrizione dei fondi di Etica Sgr è attualmente possibile solo in Italia.
Gli investitori istituzionali possono invece contattarci all’indirizzo: commerciale@eticasgr.it.

Esiste un fondo pensione di Etica Sgr?
Etica Sgr promuove attualmente esclusivamente fondi comuni di investimento socialmente responsabili. Pertanto non esiste al momento nella nostra gamma un fondo pensione etico. Tuttavia Etica Sgr è consulente di PensPlan Invest Sgr per la selezione etica dei titoli che compongono il comparto AequITAS del fondo PensPlan Plurifonds.
Per maggiori informazioni: www.pensplan.com, www.plurifonds.it e www.gruppoitas.it.

La mia banca non risulta tra i collocatori convenzionati. Come posso sottoscrivere i vostri fondi?
Purtroppo la normativa non consente di sottoscrivere i fondi presso una banca non convenzionata. L’elenco completo dei distributori autorizzati è disponibile sul Prospetto consultabile nella sezione Documentazione.

GESTIRE IL PROPRIO INVESTIMENTO

Qual è il minimo importo investibile?
Le classi retail dei fondi di Etica Sgr prevedono un versamento minimo in un’unica soluzione (PIC) di 500 euro. La sottoscrizione attraverso i Piani di Accumulo (PAC) è invece possibile con un importo periodico minimo di soli 50 euro.

I fondi di Etica Sgr distribuiscono proventi?
Attualmente il fondo Etica Rendita Bilanciata è l’unico prodotto della gamma di Etica Sgr a prevedere una classe a distribuzione dei proventi (Classe RD). Gli altri fondi del Sistema Valori Responsabili sono ad accumulazione di proventi e non distribuiscono proventi.

Posso investire nei fondi di Etica Sgr in modo graduale?
Si, i fondi possono essere sottoscritti in modalità PAC (piano d’accumulo del capitale). Si tratta di un piano d’investimento che prevede il versamento di importi periodici costanti. Questa modalità ha il duplice vantaggio di facilitare il risparmio e di attenuare la volatilità del mercato attraverso la distribuzione nel tempo dei versamenti. I PAC sui fondi di Etica Sgr prevedono un importo minimo di soli 50 euro. E’ possibile  attivare PAC con cadenza mensile, trimestrale, semestrale e annuale a seconda delle modalità previste dal collocatore.

Posso sospendere o riprendere l’investimento tramite Piano di Accumulo (PAC)?
I piani di accumulo di Etica Sgr sono strumenti per il risparmio altamente flessibili per cui è facoltà del cliente chiedere la sospensione dei versamenti e la loro successiva riattivazione.
Per tempi e modalità di applicazione è necessario fare riferimento al proprio collocatore.

Posso cambiare l’importo del versamento del mio Piano di Accumulo (PAC)?
Sì, è possibile variare l’importo periodico del versamento del proprio PAC. Per tempi e modalità di applicazione è necessario fare riferimento al proprio collocatore.

Posso richiedere un piano di rimborso periodico e automatico?
Sì. È possibile usufruire gratuitamente del servizio di rimborso programmato comunicando al proprio collocatore l’importo che si vuole ricevere con cadenza mensile, trimestrale, semestrale e annuale.

Posso richiedere di passare progressivamente da un fondo a un altro in modo automatico?
Sì. È possibile usufruire gratuitamente del servizio di switch programmato comunicando al proprio collocatore l’importo che si vuole far passare da un fondo a un altro del Sistema Valori Responsabili con cadenza mensile, trimestrale, semestrale e annuale.

Posso passare il mio investimento nei fondi di Etica Sgr a un conto di deposito presso una banca non convenzionata?
Purtroppo non è possibile trasferire i nostri fondi presso una banca non convenzionata. L’elenco completo dei distributori autorizzati è disponibile sul Prospetto disponibile sul sito nella sezione Documentazione.

Ci sono dei vincoli temporali per l’investimento nei fondi di Etica Sgr?
Etica Sgr promuove esclusivamente fondi comuni aperti: ogni sottoscrittore è pertanto libero di investire o disinvestire (tutto o parte del capitale) senza alcuna limitazione e in ogni momento. È comunque bene valutare insieme al proprio consulente di fiducia le scelte di investimento e disinvestimento, tenendo conto che ogni prodotto è adatto a differenti esigenze in termini di profilo di rischio/rendimento e di orizzonte temporale.
Per maggiori informazioni sui tempi tecnici delle operazioni di sottoscrizione, rimborso o passaggio tra fondi consultare la sezione Iter e tempistiche del sito.

MONITORARE IL PROPRIO INVESTIMENTO

Dove posso consultare il valore quota dei fondi di Etica Sgr?
Il valore quota dei fondi promossi da Etica Sgr è disponibile sul sito, dove viene aggiornato quotidianamente. È inoltre possibile consultarlo tutti i giorni sul Sole 24 Ore.

Posso ricevere periodicamente il saldo quote dei miei fondi?
Etica Sgr invia a tutta la clientela, con cadenza annuale, la posizione dei saldi aggiornata alla fine dell’anno solare. Tale comunicazione, inviata ogni anno entro la fine di febbraio, viene accompagnata dalla Parte II del Prospetto (contenente i rendimenti aggiornati dei fondi) e da un’informativa riguardante le eventuali modifiche intervenute sui fondi nel corso del periodo.
È facoltà del cliente richiedere un prospetto riassuntivo semestrale a inizio e fine periodo di riferimento. La richiesta può essere comunicata al proprio collocatore o scrivendo all’indirizzo: posta@eticasgr.it.

Dove posso verificare la mia posizione?
Può verificare e monitorare la Sua posizione sia rivolgendosi direttamente al proprio collocatore, sia consultando l’apposita sezione “posizioni” all’interno dell’Area Riservata.

Posso ricevere le comunicazioni ufficiali/obbligatorie da Etica Sgr in formato elettronico anziché in formato cartaceo?
Sì, iscrivendosi all’Area Riservata e attivando il servizio “Addio Cartaceo” sarà possibile scegliere di non ricevere più le comunicazioni in formato cartaceo, contribuendo ad un importante obiettivo di riduzione degli impatti sull’ambiente.

Con che frequenza vengono inviate le lettere di conferma delle operazioni da me disposte e le lettere dei versamenti del mio Piano di Accumulo (PAC)?
Le lettere di conferma delle operazioni disposte dal cliente vengono inviate contestualmente all’esecuzione dell’operazione. La lettera di rendicontazione relativa ai versamenti su Piani di Accumulo (PAC) viene inviata con frequenza semestrale, nei mesi di gennaio e di luglio. Pertanto tutte le operazioni relative ai piani di accumulo saranno rendicontate all’interno della lettera semestrale.

Come posso mantenermi informato sulle attività di Etica Sgr?
Etica Sgr pubblica una newsletter mensile, a cui è possibile iscriversi qui. Il sito internet include inoltre una sezione news in cui sono messe in evidenza le novità legate all’azienda e al panorama della finanza etica. Sempre sul sito, nella sezione investimenti responsabili, sono disponibili approfondimenti sul mercato e sull’approccio alla finanza socialmente responsabile di Etica Sgr. La società è inoltre presente sui principali social network (Facebook, Twitter, YouTube, Google+ e Linkedin).

Dove trovo l’elenco dei progetti finanziati dalla microfinanza?
L’elenco dei progetti di microfinanza finanziati da Banca Etica grazie al Fondo di garanzia di Etica Sgr è disponibile sul nostro sito nella sezione dedicata a microfinanza e crowdfunding.

COSTI

Quanto costa investire nei fondi?
Ai fondi di Etica Sgr non sono applicate commissioni di entrata, di uscita o di performance. Ad ogni versamento sono pagati diritti fissi pari a 12 euro, in caso di PAC i 12 euro vengono pagati solo al primo versamento. Le commissioni di gestione variano a seconda del fondo e sono consultabili sul sito nelle pagine dedicate ai singoli fondi. Le spese correnti, espresse su base annua, si riferiscono alle spese sostenute dal Fondo nell’anno precedente e rappresentano un indicatore più preciso del costo annuale per l’investitore. Per maggiori informazioni sulle spese si rinvia alla sezione C della Parte
I del Prospetto dei Fondi.

Cosa sono le spese correnti?
Le spese correnti rappresentano un indicatore del costo totale annuale di un fondo per l’investitore. Tale indicatore include le commissioni di gestione e tutti gli altri costi a carico del fondo (spese legali, spese di custodia, invio delle comunicazioni agli investitori, ecc.). L’entità delle spese correnti dei fondi di Etica Sgr può essere consultato sui KIID (Key Investor Information Document) .

Cosa sono i KIID? Dove posso trovarli?
I KIID (Key Investor Information Document) sono documenti informativi che i fondi aperti armonizzati secondo la normativa europea UCITS IV sono tenuti a redigere. Questi documenti forniscono agli investitori informazioni sugli obiettivi e le politiche d’investimento, i profili di rischio/rendimento, le spese, i risultati ottenuti nel passato e gli aspetti pratici dell’investimento.
I KIID relativi ai fondi di Etica Sgr sono disponibili sul sito nelle pagine dedicate ai singoli fondi e nella sezione Documentazione.

Come funziona il contributo per la microfinanza/crowdfunding?
I fondi di Etica Sgr prevedono la possibilità di donare lo 0,1% dell’importo sottoscritto (1 euro su mille) ad un fondo fa da garanzia a progetti di microfinanza e che sostiene iniziative di crowdfunding in Italia. Il contributo non è obbligatorio e ne può essere chiesta l’esenzione all’atto della sottoscrizione. Il fondo permette l’erogazione di prestiti a piccoli imprenditori, famiglie in difficoltà economica e cooperative che hanno bisogno di ricapitalizzarsi.

I valori quota sono al netto delle commissioni di gestione?
Si, i valori quota sono al netto delle commissioni di gestione e di tutte le spese a carico del fondo. Dal 1° luglio 2011 sono però al lordo della tassazione.

TASSAZIONE E NOTE OPERATIVE

I rimborsi vengono tassati quando c’è una plusvalenza?
Sì, in caso di plusvalenza al momento del rimborso viene applicata la tassazione vigente. A partire dal 1° luglio 2011, con l’entrata in vigore della riforma della tassazione degli organismi di investimento collettivo del risparmio, il pagamento dell’imposta avviene nel momento in cui il sottoscrittore decide di disinvestire con profitto dal fondo e solo in caso di guadagno maturato. Si tratta di un cambiamento positivo per i sottoscrittori dei fondi: in precedenza, l’imposizione fiscale avveniva in automatico sulla quota del fondo e ciò non era evidente al risparmiatore.

Come viene applicata la tassazione sul reddito da capitale in caso di investimenti precedenti al 1° luglio 2011?
La tassazione al momento del disinvestimento riguarda unicamente la parte di plusvalenza maturata a partire dal 1° luglio 2011, in base al valore quota del 30 giugno 2011.

Quando si calcola la fiscalità dei fondi?
La fiscalità si applica alle operazioni di rimborso e di switch (passaggio tra fondi) e in caso di variazioni della titolarità di un rapporto e solo se l’operazione genera un reddito da capitale positivo.

Come viene determinato il reddito da capitale sul mio rimborso?
Il reddito da capitale viene determinato come differenza tra il valore quota in sede di riscatto e il costo medio ponderato delle sottoscrizioni, differenza che viene moltiplicata per il numero di quote possedute.

Come si calcola la ritenuta?
La ritenuta viene calcolata applicando l’aliquota d’imposta del 26% e il livello impositivo equalizzato del fondo (LIE) al reddito da capitale generato dall’operazione. Il LIE è un fattore che tiene conto della presenza nel paniere del fondo di titoli che per legge sono soggetti ad un’aliquota inferiore a quella ordinaria (12,5%).
I proventi maturati fino al 30 giugno 2014 sono soggetti alla tassazione in vigore fino a tale data (aliquota ordinaria 20% e ridotta 12,5%).

Cosa è cambiato il 1° luglio 2014?
A partire dal 1° luglio 2014 l’aliquota ordinaria di tassazione sui proventi finanziari è passata dal 20% al 26%. Questo aumento ha riguardato unicamente i proventi maturati dopo al 1° luglio 2014. I proventi maturati fino al 30 giugno 2014 restano invece soggetti alla precedente aliquota (20%), anche se realizzati successivamente.
Nella fase transitoria, il calcolo dell’aliquota per i fondi comuni di investimento prevede l’utilizzo del cosiddetto “zainetto fiscale” ed è gestito interamente dalla Società di gestione, senza complicazioni per i sottoscrittori e per i soggetti collocatori.

Cos’è e come funziona il metodo dello zainetto fiscale?
Il cosiddetto “zainetto fiscale” rappresenta le plusvalenze maturate fino al 30 giugno 2014, soggette quindi alla precedente aliquota del 20%. In particolare è così composto:
• Numero quote in essere al 30 giugno 2014
• Provento maturato al 30 giugno 2014
Al momento del disinvestimento saranno rimborsate in via prioritaria le quote nello zainetto: vale infatti il principio F.I.F.O. (First in First Out), le quote meno recenti, quindi quelle acquistate fino al 30 giugno 2014 e soggette alla vecchia tassazione, sono disinvestite prima. Queste sono tassate con l’aliquota del 20% (corretta per il LIE) e sono man mano decurtate dallo zainetto. All’esaurirsi dello zainetto le quote in portafoglio saranno tassate interamente secondo il nuovo regime fiscale.
Le quote sono decurtate dallo zainetto anche nel caso in cui il disinvestimento risulti minusvalente.

Cos’è il LIE (livello impositivo equalizzato)?
Il LIE (livello impositivo equalizzato) è un fattore di correzione applicato alla base imponibile per tener conto della presenza nel paniere del fondo di titoli che per legge sono soggetti ad un’aliquota inferiore a quella ordinaria (12,5%). I valori del LIE variano per ciascun fondo, vengono aggiornati semestralmente e sono consultabili sul sito di Etica Sgr nelle pagine dedicate ai singoli fondi. A partire dal 1° luglio 2014 (data in cui l’aliquota ordinaria è stata aggiornata al 26%) per ogni fondo sono calcolati due valori di LIE, uno applicato ai proventi maturati prima del 30 giugno 2014 (tassati con aliquota ordinaria al 20%) e uno per i proventi maturati a partire dal 1 luglio 2014 (tassati secondo la nuova aliquota del 26%).

Cosa indica il CMP (costo medio ponderato)?
Il CMP, costo medio ponderato, è un valore che esprime il costo delle sottoscrizioni effettuate su un fondo. In presenza di una sola sottoscrizione è rappresentato dal valore quota della stessa, in caso di sottoscrizioni successive si ottiene mediante una formula di progressione matematica applicata ai valori d’acquisto.

Quali sono i titoli soggetti ad aliquota agevolata? Cos’è la cosiddetta white list?
I proventi generati da alcune categorie di titoli sono soggetti ad un’aliquota ridotta pari al 12,5%.
In particolare beneficiano di questo vantaggio fiscale i titoli di Stato italiani, titoli equiparati emessi da enti sovranazionali o obbligazioni appartenenti alla white list. A seguito del cambio di tassazione avvenuto il 1° luglio 2014, sono soggetti ad aliquota ridotta anche i proventi di titoli emessi da enti territoriali di Stati in white list.
La white list è un elenco di Stati e territori (definito dal decreto ministeriale 4 settembre 1996 e successive modifiche) che consentono scambi di informazioni, sulla base di adeguate convenzioni. La lista completa e aggiornata dei Paesi in white list è disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Cosa sono i redditi diversi?
Sono quei componenti di reddito non riconducibili a variazioni del valore della quota.
Si tratta di componenti di costo sostenute dal cliente per investire nel fondo (per esempio i diritti fissi pagati al momento della sottoscrizione o il contributo volontario al microcredito). Tali redditi vengono certificati dalla banca collocatrice congiuntamente ai redditi da capitale negativi e possono essere portati in deduzione in sede di dichiarazione entro il quarto anno successivo alla maturazione.

È possibile passare il mio investimento da un fondo a un altro tra i prodotti del Sistema Valori Responsabili?
L’operazione di passaggio tra i fondi è possibile e gratuita, attraverso il Modulo di rimborso e passaggio tra i fondi disponibile sul sito nella sezione Documentazione. Attenzione: secondo la normativa vigente tale passaggio è considerato come un rimborso cui fa seguito un successivo investimento. Per questo motivo, in caso di plusvalenza, nella fase di rimborso sarà necessariamente applicata l’attuale tassazione.
È, inoltre, possibile usufruire gratuitamente del servizio di switch programmato per passare progressivamente e in modo automatico da un fondo a un altro del Sistema Valori Responsabili.

Cosa comporta il passaggio dei fondi da una posizione monointestata ad una cointestata?
Si tratta di un’operazione che implica la variazione della titolarità del rapporto. Secondo la normativa vigente tale passaggio è considerato come un rimborso cui fa seguito un successivo investimento. Per questo motivo, in caso di plusvalenza, nella fase di rimborso viene necessariamente applicata l’attuale tassazione.

Mi conviene chiudere il rapporto su un collocatore e spostare i fondi su un altro per non pagare l’imposta di bollo sulle comunicazioni?
La chiusura di un rapporto con rimborso totale implica l’applicazione dell’imposta di bollo in relazione al periodo da rendicontare. Si consiglia di valutare l’operazione con il proprio collocatore.

Dove trovo il modulo di sottoscrizione aggiuntivo?
Non esiste il modulo di sottoscrizione aggiuntivo: per questo tipo di operazioni è possibile utilizzare semplicemente il Modulo di sottoscrizione disponibile sul sito nella sezione Documentazione.

A chi posso comunicare una variazione d’indirizzo?
Tutte le variazioni di indirizzo o di anagrafica vanno comunicate direttamente al proprio collocatore.

AREA RISERVATA

A cosa serve l’Area Riservata?
Registrandoti all’interno dell’Area Riservata potrai visualizzare la tua posizione in tempo reale e monitorare l’andamento dei tuoi investimenti. Inoltre, attivando il Servizio “Addio Cartaceo” non dovrai più aspettare di ricevere a casa la corrispondenza in quanto potrai visualizzare tutte le lettere direttamente all’interno della tua sezione Bacheca.

Sono un cliente privato: come faccio a registrarmi all’interno dell’Area Riservata?
Per attivare il proprio profilo di utente privato occorre cliccare sul bottone “Cliente privato – Attivazione“ e inserire, negli appositi campi, il proprio codice fiscale (o partita iva se sei un’impresa), il codice accesso comunicato da Etica Sgr all’interno delle conferme contabili, delle rendicontazioni semestrali e della lettera annuale, un indirizzo e-mail di riferimento in cui riceverai tutte le comunicazioni. Una volta richiesta l’attivazione verrà inviata all’indirizzo e-mail una password valida per il primo accesso, che potrai modificare seguendo le istruzioni che ti verranno inviate in seguito sempre al tuo indirizzo e-mail di riferimento.

Cos’è il codice di accesso?
È un codice di accesso personale (non è unico per rapporto, ma ogni intestatario ne possiede uno differente), che ti permette di iscriverti all’Area Riservata e di accedervi in seguito in ogni momento.
Il codice viene riportato nell’apposita sezione “Intestazione rapporto” all’interno delle lettere di conferma delle operazioni di sottoscrizione, rimborso e switch, delle rendicontazioni semestrali pac e della lettera annuale.

Posso inserire un unico indirizzo e-mail per tutti gli intestatari del rapporto?
No, non è possibile. Il sistema prevede che ad ogni codice accesso sia associato un unico indirizzo e-mail.

Cosa devo fare se non ricordo la password?
Clicca sull’apposito link “Hai dimenticato il codice di accesso o la password?” presente all’interno della maschera login. Si aprirà immediatamente una maschera in cui inserire il codice accesso o l’indirizzo e-mail. Seguirà un’e-mail al tuo indirizzo di posta elettronica in cui è presente un link per creare una nuova password.

Cosa devo fare se non ricordo il codice di accesso?
Clicca sull’apposito link “Hai dimenticato il codice di accesso o la password?” presente all’interno della maschera login. Si aprirà immediatamente una maschera in cui inserire l’indirizzo e-mail di riferimento. Seguirà un’e-mail al tuo indirizzo di posta elettronica in cui è presente il codice di accesso.

Cosa devo fare se voglio modificare la password?
È possibile modificare la password entrando all’interno dell’Area Riservata, nella sezione “Dati Personali”, e cliccando il bottone “modifica” di fianco alla password. Riceverai una e-mail al tuo indirizzo di posta elettronica con un link attraverso cui potrai modificare la tua password.

Non ho ricevuto l’e-mail di conferma della avvenuta registrazione. Perché?
Verifica che l’e-mail di conferma non si trovi nello spam o nella posta indesiderata. In alternativa controlla la correttezza dell’e-mail. Se l’e-mail inserita non è corretta contatta il Servizio Clienti.

Come posso modificare i dati anagrafici all’interno dell’Area Riservata?
All’interno dell’Area Riservata, nella sezione “Dati Personali”, è possibile modificare solo ed unicamente l’indirizzo e-mail e la password. Per modificare l’indirizzo di residenza è necessario rivolgersi al proprio Collocatore di riferimento.

Come faccio ad attivare il servizio “Addio cartaceo”?
Dopo esserti registrato all’Area Riservata clicca su “Servizio Addio Cartaceo”. Si aprirà una pagina in cui, per ciascun codice rapporto che avrai selezionato, dovrai contrassegnare la prima opzione (SI-inviatemi gli avvisi a questo indirizzo e-mail).

Cosa faccio se ho bisogno di supporto nella navigazione del sito?
Scrivi quali problemi hai riscontrato o di quali informazioni hai bisogno all’interno della sezione “Aiuto” dell’Area Riservata. Il Servizio Clienti riceverà immediatamente la tua richiesta e provvederà a fornirti riscontro il prima possibile.

Quando posso visualizzare all’interno dell’Area Riservata le operazioni disposte presso il Collocatore?
L’operazione, con il relativo pdf, è solitamente visualizzabile a partire dalle 24 ore successive alla data di regolamento.