Human Rights In Burma

Share
Condividi

Human Rights In Burma

A novembre 2012 Etica Sgr ha inviato, insieme ad altri 14 membri di ICCR e del PRI, una lettera al Presidente dell’International Trade Committee dell’Unione Europea, contenente alcune richieste specifiche per le Società europee che operano in Birmania, dove, malgrado i miglioramenti avvenuti dal punto di vista dei diritti umani negli ultimi anni, le criticità sociali sono ancora rilevanti.

In particolare si è proposto che le Società europee siano obbligate, tramite policy specifiche, a monitorare il rispetto dei diritti umani presso i propri stabilimenti localizzati in Birmania e di rendicontare pubblicamente sui risultati di tali controlli: l’attività di monitoraggio dovrebbe essere estesa anche alla catena di fornitura. Gli investitori hanno chiesto inoltre all’Unione Europea di creare un organo comunitario apposito per permettere ai cittadini birmani di segnalare qualsiasi tipologia di violazione dei diritti umani da parte delle Società che operano nel Paese.

Ad oggi l’Unione Europea non ha ancora risposto alla lettera inviata.

 

Prima dell'adesione leggere il KIID e il Prospetto disponibili presso i collocatori

I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.